Home » zen e dintorni » Vedere il mondo con gli occhi di un bambino

Vedere il mondo con gli occhi di un bambino

Vedere il mondo con gli occhi di un bambino

Spesso ci guardiamo intorno e non riusciamo a mettere a fuoco ciò che ci circonda.

Le cose ci sembrano sempre uguali, immobili e spente.

Immutabili nella loro sostanza, gli oggetti della vita si proiettano sulle nostre retine come una pellicola sbiadita dal fumo di sigarette in un vecchio cinema di periferia.

Quando abbiamo smesso di vedere il mondo

Non è semplice capire quando sia successo e nemmeno il perché, ma quando osserviamo il mondo non riusciamo più a lavorare di fantasia e aggiungere poesia.

Sarà che ormai dare spazio alle emozioni è sinonimo di debolezza, sarà stato che più volte le nostre ali hanno ceduto sotto il peso della realtà.

Forse un nuovo velo di Maya ci impedisce di vedere il mondo: riusciamo solo a guardare la luce imprigionata nella trama del tessuto che ci è calato sugli occhi.

Ti può interessare anche: Cosa vuoi che sia un abbraccio

Riempirsi gli occhi di stupore

Vedere il mondo con gli occhi di un bambino

Dobbiamo recuperare l’innocenza dei bambini, smetterla di scambiarla per ingenuità.

Vedere oltre le cose, osservare da una differente prospettiva: un punto di vista dinamico e fantasioso è ciò che serve.

Perché non siamo più in grado di vedere il divertimento in una pozzanghera?

Come mai non riusciamo a riempirci gli occhi di stupore davanti a un arcobaleno, ma vediamo solo la giornata uggiosa sullo sfondo?

Dobbiamo stropicciarci gli occhi come fanno i bambini appena svegli, scacciare il sonno ma lasciare spazio ai sogni!

Condividere le vedute

Vedere il mondo con gli occhi di un bambino

Il passo successivo nel riabilitarsi al vedere il mondo con i filtri della fantasia è la contaminazione.

Condividere le immagini per miscelare le impressioni ed arricchire le sfumature di un tridimensionale altrimenti piatto.

Parlare e ridere della realtà guarirà più velocemente le ferite dei nostri occhi.

Anche la memoria può aiutarci, tu cosa ricordi di aver visto diversamente nel passato? Parliamone nei commenti!

Commenti

Close

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi, mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi