Perché uno psicologo ha bisogno di un sito web

Molti psicologi non hanno un sito web, per vari motivi. Altri ce l’hanno, ma non ne fanno buon uso. C’è chi invece ne fa uno strumento di successo.

Nell’articolo precedente ti parlavo dell’importanza di gestire correttamente Facebook, ma una pagina su un social network non può sostituire il tuo sito.

In questo articolo analizzerò i motivi per cui dovresti avere un sito web ed i motivi per cui forse non ne hai ancora uno.

Il tuo biglietto da visita virtuale

Perché uno psicologo ha bisogno di un sito web

Il tuo sito web è come il tuo biglietto da visita online: presenta chi sei, la tua attività e permette di trovarti e contattarti; ma con la differenza che può contenere molti più contenuti ed informazioni ed è facilmente reperibile in rete.

Un sito ben realizzato trasmette la tua immagine professionale come lo studio in cui ricevi e come l’abbigliamento che indossi: sicuramente l’abito non fa lo psicologo, ma l’immagine che dai di te deve essere adeguata al livello di professionalità che offri.

Ti può interessare anche: Facebook e lo psicologo: istruzioni per l’uso

Il sito web è di tua proprietà

Avere un proprio sito web permette di avere un proprio spazio sul web e di poterlo gestire come meglio si crede.

Investire tutto il tuo budget e la tua promozione su un social network è sbagliato perché questo potrebbe fallire, sparire o semplicemente cambiare le regole del gioco: perderesti così i contatti con tutti coloro che hai raggiunto online.

Essere presente sui social network è positivo, ma devi sottostare alle condizioni di utilizzo (quelle che solitamente accetti senza leggere) che possono variare e limitare la tua possibilità di espressione e promozione.

Ad esempio, postando tuoi contenuti su Facebook concedi automaticamente la licenza di utilizzo di questi:

Per quanto riguarda i contenuti protetti dal diritto di proprietà intellettuale, ad esempio foto e video (“Contenuti PI”), l’utente ci concede le seguenti autorizzazioni, soggette alle impostazioni sulla privacy e alle impostazioni delle applicazioni: l’utente ci fornisce una licenza non esclusiva, trasferibile, che può essere concessa come sottolicenza, libera da royalty e valida in tutto il mondo, che consente l’utilizzo dei Contenuti PI pubblicati su Facebook o in connessione con Facebook (“Licenza PI”).

Facebook potrebbe utilizzare i tuoi contenuti col tuo permesso che gli hai dato al momento dell’iscrizione (puoi leggere qui le condizioni d’uso).

Anche stare sui vari portali professionali svilisce la tua immagine omologandola a quella degli altri: può uno psicologo essere classificato come un idraulico?

Fatti trovare nei risultati di ricerca

Perché uno psicologo ha bisogno di un sito web

Se hai una pagina Facebook puoi condividere buoni contenuti per farti conoscere ed apprezzare dalle persone.

Ma se qualcuno sta cercando i servizi che offri perché ne ha bisogno, li cercherà su Google o su un altro motore di ricerca.

In questo caso il metodo migliore per farti trovare è l’avere un sito web ottimizzato per la SEO (Search Engine Optimization), ovvero che abbia contenuti utili e scritti in modo da essere indicizzati nelle prime posizioni dei motori di ricerca.

Puoi inoltre pagare per posizionarti, inserendo degli annunci che aumentano la tua possibilità di essere trovato.

Il tuo sito web è visibile ovunque

Oggi abbiamo la possibilità di connetterci ad internet da molti dispositivi ed il traffico da dispositivi mobile aumenta costantemente.

Un buon sito web dal layout responsive, cioè con la veste grafica che si adatta a tutti i dispositivi, permette di raggiungere molti più dispositivi.

Stare soltanto su app e piattaforme social potrebbe diminuire la nostra visibilità in quanto non tutti i device consentono l’utilizzo di determinate app e non tutti i social sono presenti sia da desktop che da mobile.

Perché non hai un sito web

Se ancora non hai un sito web è per vari motivi:

  • Non ne comprendevi l’importanza: spero che con questo articolo tu abbia compreso che c’è un’utenza potenziale in rete che troverà un tuo collega al posto tuo.
  • Credi che un sito sia troppo caro: innanzitutto è un investimento che ti può portare nuovi clienti e che puoi ammortizzare nel tempo; se poi vuoi capire quanto può costarti parliamone.
  • Non hai trovato una persona in grado di comprendere il tuo lavoro e le tue necessità: parliamone.
  • Sono all’inizio ed è una spesa che farò in seguito: il sito può aiutarti a farti conoscere e a trovare clienti più rapidamente.

Se c’è qualche altro motivo, scrivilo nei commenti.

In questo articolo ti parlo invece dell’importanza di avere un blog!


Se ti è piaciuto questo articolo e l’hai trovato utile, condividilo per fare in modo che qualcun altro possa leggerlo.

Se hai domande o curiosità, lascia un commento sotto l’articolo.

Se hai bisogno di consulenza, di un preventivo per il tuo sito o per la tua strategia online, contattami!

Commenti